Descrizione immagine

I FIERI CUSTODI DI OZ

AUSTRALIAN SHEPHERD
Allevamento Amatoriale

Descrizione immagine
Descrizione immagine
Descrizione immagine

LA STORIA  DI NOELIA
cane corso fulva maschera nera nata 17/11/2010
bred by us  

Descrizione immagine
Descrizione immagine

Parsifal of Oz


Arn


Elmo

Norma degli Elmi

Hamber

Nestore

Galadriel del Rosso Malpelo

Haisha


Furfante

Giotto del Rosso Malpelo

Lilla

Red Hot

Nestore

Siria

 

 

Descrizione immagine
Descrizione immagine
Descrizione immagine

Noelia è stata fortunata... unica cucciola sopravvissuta della cucciolata di Mamma Haisha e papà Parsifal.

Noelia era la più piccina...ma proprio per questo si salvò: non aveva assorbito tutti i farmaci che avevamo dovuto somministrare alla sua mamma, che fu vittima di una devastante giardiasi presa a fine gravidanza: che l’ha fatta salire con tanta, troppa sofferenza, sul ponte dell'arcobaleno. Quella stessa giardiasi che a causa dei farmaci somministrati nel vano tentativo di salvare tutti, ha irrimediabilmente intossicato i suoi fratellini che sono volati via a 4 giorni dalla nascita, fra le nostre braccia, mentre incredule, nonostante tutti i tentativi di rianimazione , li vedevamo spegnersi lentamente. L'autopsia decretò semplicemente "sofferenza fetale da intossicazione tissutale"...parole che ti restano impresse come un marchio a fuoco nell'anima.
Noelia era ancora cucciola quando la famiglia che l'aveva presa, dopo averla tanto desiderata, si trovo' in gravissime difficoltà, tanto da doverla cedere. Ricordo ancora il pianto di Barbara, il suo viso stravolto, quando da Levanto arrivò in un primo pomeriggio assolatissimo...Noelia era tornata da noi. Ci eravamo impegnate a cercarle noi una nuova casa, per permettere alla sua famiglia di affrontare con maggior serenità quei problemi che tra l'altro non sarebbero passati ed avrebbero lasciato uno strascico per sempre. Era l'unico modo che avevamo per dar loro una mano, e per togliere Noelia da una situazione in cui era lasciata sola per tante ore al giorno. Fino a qualche giorno prima c'era sempre qualcuno con lei… e si stava stressando ogni giorno di più. L'unica consolazione per Barbara fu vederla contenta aggirarsi per il "suo" giardino che aveva immediatamente riconosciuto...e vederla farci le feste come se noi fossimo le uniche persone al mondo: Noelia era partita da poco tempo...ma aveva già preso su tanti bei chiletti di muscolo. Sembrava incredibile che quello scricciolino che era avesse potuto diventare una così bella e pasciuta corsina. Tra l'altro assomigliava in maniera incredibile a nonna Hamber: sembrava proprio la sua fotocopia, anche come carattere: un carattere meraviglioso e giocherellone; Noelia non era affatto cambiata, anzi! Ora aveva anche ritrovato i suoi compagni di gioco ed era apparentemente serena. Ma aveva comunque vissuto in famiglia, e mano a mano che passavano i giorni, si vedeva chiaramente che soffriva a vivere in questo modo un po' "strano", dove non c'era la piena libertà, dove si cenava un po’ troppo presto...dove c'erano tanti pelosi con cui giocare ma non c'eravamo noi sole con lei. Avevamo seriamente valutato l'idea di tenerla con noi e di non lasciarla mai più andare via...ma ci vuole anche obiettività nelle scelte di vita, e bisogna rispettare le loro esigenze… anche quando vanno contro i nostri desideri.

Fu per puro caso, ma credo che in realtà sia stato il destino a metterci lo zampino, che ci contattò Christian, un amico che aveva perduto da poco il suo pastore tedesco...voleva semplicemente sfogarsi un po' con noi...invece quella telefonata diede l'inizio ad una nuova storia sia per lui e per la sua famiglia, sia per la nostra "piccola" Noe. Noe abita a pochi km da noi, spesso la incontriamo a passeggio e per lei noi siamo sempre le sue prime mamme...ma ormai è un cane corso e come tale ha comunque l'istinto alla guardia e alla protezione di quella che fin da subito ha considerato la "sua" famiglia. A volte le peripezie possono anche avere un bel finale: la cosa più bella per noi è vederla crescere serena ed appagata proprio con i nostri occhi. 

Descrizione immagine
Descrizione immagine
Descrizione immagine
Descrizione immagine
Descrizione immagine
Descrizione immagine
Descrizione immagine
Descrizione immagine
Descrizione immagine
Descrizione immagine

QUI la triste storia dei suoi fratellini e QUI la storia di Mamma Haisha

Tutti i diritti sono riservati Copyright ©  I Fieri Custodi di Oz.
Nessuna parte del sito (testi e immagini) è riproducibile pubblicamente se non con la nostra autorizzazione ed è permessa solo citando la fonte www.ifiericustodidioz.com